', 'auto'); ga('send', 'pageview'); }

Tipologie di Social Media Contest

Quelli che seguono sono i percorsi più comuni per stimolare il coinvolgimento della propria social audience attraverso azioni (in genere stimolate da un premio – soldi/gadget/buoni acquisto) che possono avere ricadute di propagazione virale.

Foto/Video contest

Si stabilisce un tema/tag e poi si invita a partecipare con i propri elaborati.

  • Accessibilità Alta: da parte di utenti con hobby affini (basta uno smartphone).

Art contest/Crowdsource

Approccio visuale e rielaborazioni t-shirt/caschi, carrozzerie ecc. Il “Premio” può essere un ingaggio o l’acquisto dell’elaborato a fini realmente produttivi (es. limited editions). L’ipotesi Crowdsource può essere applicato anche in ambito non visual (es. scegliere un nome per il nuovo prodotto)

  • Accessibilità ristretta: i partecipanti sono hobbisti/professionisti/creativi. Un tool customizzato o un percorso a scelte vincolate può facilitare l’accessibilità a chi non si sente creativamente portato.

Foto Caption

Creare una didascalia per una foto di carattere (meglio se bizzarra, surreale o divertente).

  • Accessibilità alta: con discreta possibilità di backfire se non monitorata

Photoshop this/Fill-in

Viene chiesto di modificare una foto (rendetemi più bella, eliminate questo elemento) o di completare una frase incompleta (“Sono stato da OVS e mi sono comprato il ___________ migliore di sempre”) di nuovo puntando sul fattore bizzarro, ironico o divertente.

  • Accessibilità media/alta: con discreta possibilità di backfire se non monitorata

Sondaggio

Ai partecipanti viene chiesta un’idea o opinione sul prodotto/servizio o correlati e questi dati possono essere raccolti via hashtags o via sistema di raccolta dedicato.

  • Accessibilità alta: con discreta possibilità di backfire se non monitorata

Trivia/quiz

Ai partecipanti viene posta un domanda. Il premio è sorteggiato tra chi ha risposto esattamente (risposta libera o pilotata da opzioni) entro un tempo breve (poche ore/1 giorno).

  • Accessibilità alta: altissima se vengono offerte opzioni di risposta (es. Test)

Torneo

Coppie di personaggi, prodotti, idee si fronteggiano e richiedono una scelta da parte dell’utente. Basta esprimere il proprio voto con un click per favorire il passaggio del proprio “beniamino” allo step di selezione successivo, fino alla proclamazione del vincitore (e magari di un’assegnazione di premi via sorteggio.

  • Accessibilità alta: basta un click. È consigliabile un’attività di comunicazione che mantenga l’engagement sull’azione (ogni selezione richiede un tempo di raccolta voti).

Ingredienti

  • Canale: Dove sarà svolta l’azione: social media (FB, Twitter, sito dedicato, App, miscela di più canali).
  • Meccanismo: Come si partecipa? Con un like, contribuendo creativamente con elaborati più o meno creativi?
  • Tema/Nome: Stagionale? Connesso ad altre attività di marketing. Il nome deve essere breve per favorire sistemi di condivisione (Tags, Hashtags).
  • Scadenza: Sincronizzata con altre azioni di marketing, stagionale, ore, giorni, mesi… In un’unica soluzione Start to finish o con dei passaggi intermedi (Milestones).
  • Grafiche: Dalla personalizzazione di profili/pagine sui social fino al layout di micrositi/app o dell’immagine di materiale richiesto o premi.
  • Pianificazione: Definizione di testi e messaggi che accompagnino lo svolgimento nelle sua fasi
    • Pre lancio/teaser
    • Lancio
    • Ultime possibilità di partecipazione
    • Completamento
    • Premiazione
  • Seeding strategy: Definizione delle azioni volte a conferire il maggior impatto nelle fasi di Pre lancio e Lancio per  raggiungere e informare il target precedentemente acquisito e pronto a spargere la voce prima del lancio. Mail mirate a clienti acquisiti, social influencer (blog/portali/forum).
  • Strategia di amplificazione: Azioni di comunicazioni atte ad amplificare il volume dell’audience di riferimento attraverso la presenza web e non predefinita con banner, FB/Google ads.
  • Regole del gioco: Definizione di tutte le regole della partecipazione (eventualmente con consulenza legale per ottemperare alle richieste della legislatura e la compatibilità delle policy tra singoli social e legislatore)
  • Community management: Chi risponde alle domande dei partecipanti, chi monitorizza le entry, chi valuta gli eventuali elaborati. Copertura nei weekend e tempestività sono requisiti.
  • Gestione della crisi: Come si opera se qualcosa va storto durante il contest (cadute tecniche, contingenze esterne). Feedback negativo, prese in giro, haters, l’utenza si rivela più competente del promotore. Come reagire, su quali canali, ammissioni di colpa, incentivazione al ritorno ecc.
  • Software e strumenti: Sono auspicabili o richiesti sistemi di monitoraggio e data collecting paralleli agli strumenti standard offerti dalle piattaforme social? Database, siti web ecc.
  • Premio: Il prodotto stesso (in caso di novità), una versione in edizione limitata, una versione custom ricavata. Un benefit correlato, gadget promozionale, un servizio, un’opportunità. Il premio rafforza la presenza del brand a fine contest?

Esempi

Hotel Finn

l’Hotel Finn di Helsinky ha indetto la caccia per un “dormitore professionista”. Bastava avere un blog e conoscere almeno due lingue per partecipare al concorso: chi avesse vinto avrebbe potuto soggiornare per 35 giorni all’hotel allo scopo di dormire in ognuna delle 35 diverse camere dell’hotel raccontando giornalmente ogni “dormita” in dettaglio.

HR

La campagna social chiede cosa si farebbe se si disponesse di €1000, usando #MyGrandPlan gli utenti FB possono indicare un “Piano” di spesa per realizzare un sogno o un’attività che normalmente non potrebbero permettersi, partecipando così ad un sweepstake.

La HR si occupa di assicurazioni e piani di investimento e la cifra corrisponde idealmente a un tesoretto extra (ottenibile da un savio investimento di finanze).

https://www.facebook.com/hashtag/mygrandplan?source=feed_text&story_id=10153191807040563

Starbucks

I partecipanti sono chiamati a suggerire un’idea nuova per migliorare l’esperienza dei clienti Starbucks. La migliore e più votata verrà implementata. I clienti sono abituati ad avere da Starbucks non solo un prodotto, ma anche un servizio e un ambiente informale.

http://mystarbucksidea.force.com/

Innocent Drinks

Il contest #tweetforaseat invitava i seguaci a twittare con chi avrebbero voluto andare alle Olimpiadi e perché, per vincere un paio di biglietti per differenti eventi delle olimpiadi 2012.

Zomato

Un sito che iuta a scopire posti interessanti dove mangiare nelle proprie vicinanze, con il contest #MyLastMealOnEarth, hanno puntato al coinvolgimento di amici. I partecipanti erano invitati a taggare gli amici con cui avrebbero voluto fare l’ultimo pasto scatenando una catena di tag recipro per potenziare la viralità stessa del contest.

Stitch Collective

I designer del mondo sono stati invitatati a inoltrare la loro creatività al team Stitch.  Il team ha poi selezionato 12 design di borse e creato un contest di voto su mobile che richiedeva la registrazione su Facebook e incentivando la condivisione agli amici per ottenere voti. Il designer vincitore ha visto prodotto e messo in vendita il prodotto nello Stitch Collective online store.

CAMST

L’azienda  si occupa di ristorazione collettiva, il contest NatalecheStoria chiedeva di scrivere racconti di massimo 7500 battute che avessero come tema i valori del brand (cucina, tradizione, persone, ecc.) e per partecipare ci si poteva iscrivere al sito www.natalechestoria.camst.it oppure loggarsi tramite Facebook col proprio account. I migliori racconti potevano essere votati dagli utenti (sul sito). In premio Galaxy Tab e Kindle.